ABUSIVISMO - PIAGA DA FERMARE

Basta abusivismo: bisogna avere rispetto nei confronti delle imprese oneste che pagano le tasse. In questo Paese bisogna smettere di pensare che chi paga le tasse è un fesso e chi è ladro è un furbo. Bisogna colpire l'evasione che fa concorrenza sleale nei confronti delle imprese oneste ma produce anche perdita di risorse per lo Stato.

 




ZCZC1564/SXB

XIC67849_SXB_QBXB

R CRO S0B QBXB

Estate: Federalberghi, bene Gdf, abusivismo piaga da fermare

(ANSA) - ROMA, 13 AGO - "Non si arresta il dilagare della piaga dell'abusivismo nel settore ricettivo". E' il commento di Federalberghi all'esito delle ultime indagini della Guardia di Finanza, rese note oggi, secondo cui "una casa vacanza su due è affittata in maniera irregolare".

“Se rapportiamo il campione alla situazione generale - afferma Federalberghi - si ottiene la fotografia di un sistema che ha superato i livelli di guardia. Proprio in questi giorni, due istituti di ricerca indipendenti, l'italiano Incipit e lo statunitense Inside Airbnb, stanno scandagliando il web su incarico di Federalberghi, alla ricerca dei furbetti dell'appartamentino".

"Se si considera che, durante la prima settimana di agosto, sul solo portale Airbnb, - spiega - erano disponibili più di 397.000 alloggi italiani, significa che oltre 200.000 host stanno esercitando la propria attività in nero, arricchendosi indebitamente alle spalle degli operatori onesti (concorrenza sleale), dei lavoratori (lavoro nero), dello Stato (evasione fiscale), della comunità locale (pressione sul mercato dell'edilizia abitativa, spopolamento dei centri storici, evasione dell'imposta di soggiorno e degli altri tributi locali), e spesso mettendo a rischio la sicurezza dei turisti (mancato rispetto delle norme di igiene e sicurezza)".

 "Il nostro rapporto di monitoraggio - aggiunge - sarà portato all'esame del ministro Centinaio, al quale ribadiremo la richiesta di un intervento urgente per regolamentare la giungla delle locazioni turistiche, all'insegna del principio "stesso mercato, stesse regole".

"L'opera della Guardia di Finanza e delle altre forze dell'ordine è encomiabile, ma se si vuole incidere sui grandi numeri, occorre fornire a chi tutela la legalità gli strumenti idonei a combattere il fenomeno sul suo stesso terreno, che è il web e impedire agli abusivi la possibilità di pubblicare annunci sui portali" conclude Federalberghi. (ANSA).

CNZ

13-AGO-18 11:40 NNN

ZCZC4811/SXB

XIC71827_SXB_QBXB

R CRO S0B QBXB

ANSA-FOCUS/ Controlli Gdf su case vacanza, plaude Federalberghi "Stop a piaga abuvisimo, in corso monitoraggio per Centinaio"

(di Cinzia Conti)

(ANSA) - ROMA, 13 AGO - Oltre 50% delle case vacanza è affittata irregolarmente. Lo dicono, e non è la prima volta, le indagini della Guardia di Finanza, ma lo sostengono da sempre le associazioni degli albergatori e degli operatori turistici. Una piaga enorme quella degli abusivi che nel campo del turismo sanguina di più anche per la difficoltà di effettuare i controlli, vista la scarsa durata della permanenza dei turisti e dei lavori stagionali.

E quando gli sconfortanti dati dei finanzieri (su 895 verifiche 539 hanno dato esito irregolare e 450 sono risultate affitti in nero) ghiacciano l'estate di arrivi e presenze record, il primo a parlare, trattenendo a stento la rabbia, è il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca: "Basta abusivismo: bisogna avere rispetto - dice all'ANSA - nei confronti delle imprese oneste che pagano le tasse. In questo Paese bisogna smettere di pensare che chi paga le tasse è un fesso e chi è ladro è un furbo. Bisogna colpire l'evasione che fa concorrenza sleale nei confronti delle imprese oneste ma produce anche perdita di risorse da parte dello Stato".

"E' in corso un nostro monitoraggio - aggiunge Bocca - che ci dirà quali sono gli appartamenti in affitto sulle piattaforme, quelli regolari e quelli che non lo sono, e non appena avremo i risultati li daremo al ministro Centinaio. Lo stiamo facendo per mettere nelle mani delle istituzioni un fatto eclatante perché, malgrado gli annunci dei diversi governi, l'abusivismo continua a crescere e si dà la possibilità a certe persone di fare impresa in modo irregolare e senza pagare le tasse".

"Se si considera che, durante la prima settimana di agosto, sul solo portale Airbnb, - rileva Federalberghi - erano disponibili più di 397.000 alloggi italiani, significa che oltre 200.000 host stanno esercitando la propria attività in nero, arricchendosi indebitamente alle spalle degli operatori onesti (concorrenza sleale), dei lavoratori (lavoro nero), dello Stato (evasione fiscale), della comunità locale (pressione sul mercato dell'edilizia abitativa, spopolamento dei centri storici, evasione dell'imposta di soggiorno e degli altri tributi locali) e spesso mettendo a rischio la sicurezza dei turisti (mancato rispetto delle norme di igiene e sicurezza)".

D'accordo anche Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti: "Questo è un Ferragosto da record per il turismo legale. Purtroppo però è da record anche per l'abusivismo turistico. E' un danno per tutti: per l'erario - che perde milioni di euro di gettito - e per la salute pubblica e la sicurezza dei turisti, visto che alcuni di questi alloggi sono fuori da ogni norma. Una situazione inaccettabile, che rischia di compromettere la nostra capacità di attirare turisti, con gravi danni per uno dei pochi settori davvero dinamici della nostra economia". (ANSA).

CNZ

13-AGO-18 18:20 NNN



 abusivismo - piaga da fermare.docx

Pubblicato il 13/08/2018






Visualizza comunicati nazionali


NOVE MESI DI CARCERE PER FALSE RECENSIONI SU TRIPADVISOR

Federalberghi, contro le false recensioni su T...

SETTEMBRE - L'ESTATE PROSEGUE

Più di tredici milioni di turisti nelle strutture...

EVENTI SISMICI DEL 2016 E DEL 2017 - 1500 PERSONE ANCORA IN HOTEL

Eventi sismici del 2016 e del 2017: 1.500 persone...

Nuovo Imaie - pagamento dei compensi

Entro il 31 ottobre 2018 dovrà essere effettuato ...

Giovani Albergatori - seminario formativo - Sia Guest

L'11 ottobre, a Rimini, nel corso del SIA Hospita...

Retribuzione - verifiche ispettive modalità di pagamento

L'Ispettorato nazionale del lavoro ha diramato ul...