• Federalberghi Toscana sul Codice Affitti: “Nessuna complicazione, ma semplici regole per la legalità”

    Federalberghi Toscana difende le nuove norme per gli affitti turistici, che rendono obbligatoria la comunicazione da parte dei proprietari degli immobili sui contratti stipulati, al fine di garantire trasparenza e rispetto delle regole. Nessun rischio di complicazione burocratica, ma l'introduzione di poche e semplice regole a tutela della legalità.

    "La comunicazione degli affitti turistici è necessaria per una questione di pubblica sicurezza, come già accade per tutte le attività ricettive – spiega il Presidente Daniele Barbetti – e per fini statistici. L'ultimo rapporto IRPET indica che circa il 50% delle presenze turistiche sfugge alla normale rilevazione. La Toscana può permettersi che una presenza turistica su due sia statisticamente ignota? Come si può facilmente comprendere, l'unico rischio dato da questa nuova norma è per chi vuole svolgere attività turistica fuori dalle regole, senza alcuna garanzia per il consumatore. Le norme introdotte dalla Regione Toscana sono molto più semplici di quelle a cui le strutture ricettive da sempre devono sottostare."


  • Federalberghi Toscana: “Bene il Codice Affitti, mantenere alta l’attenzione sulla sharing economy”

    Federalberghi Toscana accoglie con favore l’iniziativa della Regione Toscana che si è dotata per prima in Italia di un “Codice affitti”, un portale che regola le locazioni turistiche per comunicare i dati degli alloggiati nelle strutture alberghiere e rispondere alle richieste della regolamentazione della cosiddetta “sharing economy”, che spesso causa situazioni di abusivismo e concorrenza sleale. Si tratta di un importante passo avanti nell’introduzione di maggiore legalità nel settore, con la possibilità di garantire una maggiore trasparenza. Allo stesso tempo, Federalberghi Toscana chiede di mantenere alta l’attenzione sul fenomeno, in quanto i dati messi in luce dal rapporto annuale di BankItalia destano forti preoccupazioni nel mondo della ricettività.

     

  • Una soluzione per la fatturazione elettronica per le strutture ricettive

    ​La nuova normativa sulla fatturazione elettronica entrerà in vigore dal 1° Gennaio 2019 e renderà obbligatorio l'utilizzo del nuovo sistema di gestione della fatturazione nei confronti di fornitori, clienti privati e pubblica amministrazione. 

    Per venire incontro​​ alle esigenze degli albergatori e e permettere un passaggio rapido ed efficace al nuovo sistema, Federalberghi Toscana ha elaborato una soluzione dedicata a tutte le strutture ricettive attraverso Data Services, che permette la predisposizione, la trasmissione e la conservazione delle fatture elettroniche a norma di legge.

    Per iscrivervi o chiedere maggiori informazioni sul servizio, potete inviarci un messaggio alla mail info@federalberghi.toscana.it oppure chiamaci al numero 055 2346060, troveremo insieme la soluzione più adeguata alle vostre esigenze con una formazione gratuita a cura del nostro staff. 

  • Parte la campagna informativa sui nuovi bandi

    È pronta a partire una campagna informativa organizzata da Federalberghi Toscana e rivolta a tutte le strutture ricettive operanti nel turismo presenti nel territorio, il cui obiettivo è quello di illustrare gli strumenti per l’accesso a bandi regionali e nazionali, agevolazioni e finanziamenti a disposizione delle imprese.

  • Federalberghi Toscana: “Incrementare le risorse per la promozione turistica”

    Con l'approvazione del bilancio di esercizio 2017 di Toscana Promozione Turistica, l'Agenzia che realizza le iniziative regionali in merito alla promozione turistica, in Consiglio Regionale si è tracciato un punto sulle attività svolte fino a questo momento e sulle prospettive future di sviluppo turistico della Regione Toscana.

    ​Il bilancio ha fatto registrare investimenti di circa 5,5 milioni di euro nella promozione, che secondo Federalberghi Toscana non sono sufficienti per le attività promozionali in ambito globale.  Federalberghi ha sostenuto la riforma che ha dato vita a Toscana Promozione Turistica, ed è anche  grazie a questo se oggi si torna a parlare di come e quanto investire nella promozione, dopo il periodo confuso successivo alla chiusura delle APT. Il lavoro svolto dalla nuova agenzia è sicuramente convincente, ma molto altro c'è ancora da fare. L'obiettivo della Regione Toscana in ambito turistico, infatti, deve essere non solo quello di consolidare la reputazione delle sue destinazioni più note, ma anche quello di supportare la crescita di aree che oggi sono e meno conosciute dai mercati internazionali e quindi maggiormente in difficoltà, vista l'incertezza del mercato interno.

  • Sommerso turistico e affitti brevi, le bugie della sharing economy a confronto con i dati reali

    ​L'Unione Regionale organizza, in collaborazione con la delegazione Costa Apuana e Federalberghi Versilia, l'importante convegno sul tema dell'abusivismo ricettivo e gli affitti brevi, tematica ancor più rilevante alla luce della imminente riforma del Testo Unico del Turismo in Toscana.
    Federalberghi vede nella riforma l'occasione per rilanciare attraverso il turismo l'economia della Toscana.
    In occasione di questo convegno verranno presentati i dati emersi da un'indagine condotta a livello nazionale,  che conferma il dilagare incontrollato dell'abusivismo e della concorrenza sleale nel settore ricettivo.
    Verrà richiamata l'attenzione sulle 4 grandi bugie della sharing economy, con conseguente inganno nei confronti del consumatore e danneggiamento verso le imprese turistiche tradizionali che gestiscono in modo corretto l'accoglienza. 

  • Approvazione Legge Regionale 25/2016

    Il Consiglio Regionale della Toscana ha approvato nella seduta del 15 Marzo u.s. la Legge Regionale 25/2016 (Riordino delle funzioni provinciali in materia di turismo in attuazione della L.R. 22/2015. Modifiche alla L.R. 42/2000 e alla L.R. 22/2015).
    Si evidenziano le principali modifiche alla L.R. 42/2000:

    • Art. 1 Funzioni della Regione - sono attribuite alla Regione le funzioni di programmazione dello sviluppo del turismo, l'omogeneità dei servizi, le attività di promozione turistica, la diffusione della conoscenza sulle caratteristiche dell'offerta turistica del territorio regionale, l'attuazione di specifici progetti di interesse regionale definiti ai sensi della legislazione vigente, la formazione e la qualificazione professionale degli operatori turistici.
    • Art. 2 Funzioni delle Province - viene abrogato l'art.3 della L.R. 42/2000

  • Credito di imposta per la riqualificazione

    ​La Conferenza Unificata ha espresso parere favorevole sullo schema di decreto attuativo del credito di imposta per la riqualificazione e l’accessibilità delle strutture ricettive.
    Il decreto attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
    Il Mibact dovrà successivamente definire le modalità telematiche per la presentazione delle domande.
    Per le spese sostenute nell’anno 2014, le domande dovranno essere presentate entro 60 giorni dalla definizione delle predette modalità telematiche. Le risorse saranno assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.
    Per gli altri anni le domande dovranno essere presentate dal 1° gennaio al 28 Febbraio dell’anno successivo a quello di effettuazione delle spese.
    Nello schema di decreto sono individuati i soggetti beneficiari, definiti gli interventi ammissibili e stabilite le procedure di ammissione al beneficio nel rispetto del plafond stabilito.
    Le risorse stanziate ammontano a 20 milioni di euro per il 2015 e di 50 milioni di euro per gli anni dal 2016 al 2019.​

  • Credito di imposta per la digitalizzazione

    Sulla Gazzetta Ufficiale del 23.03.2015 sono state pubblicate le disposizioni applicative per l'attribuzione del credito d'imposta per la digitalizzazione agli esercizi ricettivi, agenzie di viaggi e tour operator.
    L'agevolazione, tax credit, introdotta dal D.L. Art-bonus, diventa pienamente operativa grazie al decreto attuativo firmato dal Ministro dei beni culturali e del turismo ed il Ministro dell'economia e delle finanze. 
    Il bonus fiscale, valido per il triennio 2014-2016, compete nella misura del 30% e fino ad un massimo di 12.500 euro. 
    Per richiedere il tax credit occorrerà presentare domanda al Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, secondo modalità telematiche da definirsi. 
    Per le spese sostenute nell'anno 2014, la trasmissione delle domande dovrà avvenire entro 60 giorni dalla predisposizione di tali modalità telematiche. Per le spese sostenute nel 2015 e 2016, le istanze di accesso al credito di imposta dovranno essere inviate dal 1° gennaio al 28 febbraio, rispettivamente, del 2016 e del 2017. 
    Le risorse saranno assegnate secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande.
    Le risorse stanziate ammontano a 15 milioni di euro per ciascuno dei periodi di imposta dal 2015 al 2019.​

  • Modifiche alle "Norme in materia di requisiti igienico-sanitari delle piscine ad uso natatorio"

    Approvata all'unanimità dal Consiglio Regionale della Toscana la proposta di legge sulle piscine nelle strutture ricettive.
    Vita più semplice per gli oltre 1300 tra alberghi, residence, B&B e agriturismi con piscina.
    La legge regionale sulle piscine, così come è stata approvata oggi all'unanimità dal Consiglio Regionale incontra il favore delle categorie coinvolte nella materia. Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Coldiretti,  Confagricoltura, Cia, Confartigianato, CNA, Federalberghi-Confcommercio danno atto dell'impegno alla Quarta Commissione Sanità e al Consiglio Regionale tutto che, nel proteggere la sicurezza dei bagnanti,  si sono fatti interpreti anche delle esigenze delle aziende del settore turistico.
    "Particolarmente rilevante - commentano le categorie imprenditoriali - è l'estensione delle semplificazioni a tutte le strutture ricettive indipendentemente dal numero dei posti letto. Rende la legge più coerente e di più facile attuazione l'introduzione di un sistema di deroghe su alcuni requisiti strutturali. Sono semplificazioni che aiuteranno gli imprenditori a rispettare le norme per la sicurezza della clientela".​

Notiziario del mese di Dicembre 2015

Sul numero 4/2019 della newsletter di Federalberghi si parla del clickday per il credito d'imposta, riunione dei direttori, bilancia dei pagamenti, Assemblea Federalberghi e di tanto altro ancora.

Ha la veste di un Libro bianco, come nella tradizione delle proposte politiche europee, l’insieme dei punti sui quali Hotrec, la Confederazione europea che raggruppa 42 associazioni imprenditoriali del settore dell’ospitalità in rappresentanza di 30 paesi europei, per l’Italia Federalberghi e Fipe, richiama l’attenzione delle forze politiche in vista della legislatura europea 2019 - 2024.

 

L’economia turistica offre un contributo decisivo alla produzione della ricchezza italiana, allo sviluppo dell’occupazione, all’attivo della bilancia valutaria.

Il manifesto programmatico di Federalberghi indica oltre sessanta misure per sostenerne lo sviuppo.



AL VIA IL TAX CREDIT PER GLI STABILIMENTI TERMALI

La Conferenza Unificata estende agli stabilimenti...

WHITE PAPER FOR HOSPITALITY IN EUROPE

Innovazione per un turismo sostenibile.

IL TAR LAZIO HA RESPINTO IL RICORSO DI AIRBNB

Non ci sono più alibi per chi, da quasi due an...

TFR febbraio 2019

Il tasso di rivalutazione del trattamento di fine...

Istat – Rilevazione movimento dei clienti negli esercizi ricettivi anno 2019

L’Istituto nazionale di statistica effettua anche...

Determinazione contributo ordinario 2019

Federalberghi ha chiesto alle associazioni ter...